Friday, September 30, 2022
HomeItalian NewsMigranti, tre bambini e tre donne morti di sete su un barcone...

Migranti, tre bambini e tre donne morti di sete su un barcone arrivato a Pozzallo



Ancora bambini morti di sete su un barcone diretto verso l’Italia dove sei persone hanno perso la vita disidratate per la lunga permanenza in mare. Tra le vittime due piccoli di 1 e 2 anni, un 12enne e tre donne tra cui la madre di altri due bambini rimasti da soli.  E c’è allarme per un altro barcone con 250 persone a bordo, partito dal Libano una settimana fa e alla deriva in zona Sar maltese, su cui sarebbe morta una neonata di tre mesi. A darne notizia Alarm Cellphone in contatto con il padre della piccola.

I sei morti sul barchino partito dalla Turchia  

I loro corpi sono stati trovati su una barca, in mare da diversi giorni, soccorsa prima da un mercantile e poi dalla Guardia costiera che li ha portati a Pozzallo.  A confermare la notizia la rappresentante per l’Unhcr Chiara Cardoletti: ” Sei rifugiati siriani, tra cui bambini, donne e adolecenti, hanno perso la vita in mare. Sono morti di sete, fame e gravi ustioni. Questo è inaccettabile. Rafforzare i soccorsi in mare è l’unico modo per prevenire queste tragedie”.

A Pozzallo, advert assistere i sopravvissuti, c’è lo employees di Unhcr. Gravissime le condizioni dei 26 sopravvissuti tutti con profonde ustioni per la lunga permanenza al sole. Sembra che la piccola barca su cui viaggiavano, tanto piccola che a bordo non c’period alcun riparo, fosse partita dalla Turchia. A bordo siriani e afghani, 11 uomini, 8 donne e 7 bambini. Erano stati soccorsi dalla nave da carico Arizona sulla rotta tra Turchia, Malta e Italia. Poi il trasbordo sulla motovedetta Cp 325 della Guardia costiera a 67 miglia a sud est di Portopalo.

Flavio Di Giacomo, portavoce dell’Oim così’ ricostruisce la tragedia. “Erano partiti il 30 agosto in 32 dalla Turchia, afghani e siriani. Poi sono rimasti senza carburante e per giorni sono andati alla deriva trascinati fin verso la Libia orientale. Poi li ha soccorsi un mercantile, ma in sei erano già morti”.

La tragica nice di Loujin

La nuova tragedia arriva pochi giorni dopo la morte di Loujin, la bimba, siriana anche lei morta di sete il 6 settembre, dopo che il barcone sul quale period salita insieme alla mamma, al papà e alla sorellina di un anno e mezzo, vagava da dieci giorni nel Mediterraneo senza che nessuno rispondesse alle richieste di aiuto

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments